Il Digital Marketing corrisponde ad un processo adattivo che, attraverso l’uso di tecnologie digitali, permette di sviluppare campagne di marketing mirate capaci di generare risultati misurabili che aiutino l’organizzazione ad individuare e monitorare costantemente i bisogni dei clienti attuali e/o potenziali, costruendo con gli stessi una relazione collaborativa che le permetta di generare valore nel tempo.

Il DM permette alle aziende di raggiungere gli obiettivi di marketing attraverso la pianificazione di un’accurata strategia e la conseguente applicazione delle tecnologie digitali (website, e-mail, social media ecc.), le quali offrono alle aziende nuovi modi per acquisire, mantenere e coinvolgere i clienti tramite:

  • una migliore conoscenza degli stessi
  • l’integrazione di punti di contatto con questi

 

La strategia di digital marketing dovrebbe:

  • essere allineata con le strategie di business e di marketing tradizionale
  • usare obiettivi di business e di crescita chiari
  • definire una value proposition “ad hoc” per il canale che ha maggiori potenzialità nel raggiungere i clienti target
  • essere coerente con gli obiettivi dei consumatori che possono essere raggiunti tramite i canali scelti
  • specificare il mix tra comunicazione online ed offline utilizzata per attrarre i consumatori
  • supportare il customer journey (che prevede l’utilizzo di canali digital e non) e gestire il ciclo di vita online dei clienti

 

Lo sviluppo di una strategia di marketing digitale efficace però, parte da un’attenta definizione del piano di digital marketing.

Il piano è costituito da 7 fasi principali:

1. Analisi del contesto competitivo e definizione delle opportunità principali.
Si sostanzia nell’analisi dell’ambiente interno, di quello esterno e nell’analisi SWOT (punti di forza e debolezza, opportunità e minacce del business), con una focalizzazione particolare sull’ambiente digital.

2. Definizione degli obiettivi e del budget.
Si concentra sui risultati che l’azienda si aspetta di ottenere (sia nel breve che nel lungo periodo) attraverso le attività di digital marketing (obiettivi in termini di reputation, promotion, sales ecc.). Gli obiettivi dovranno essere chiari, specifici e misurabili rispetto ad un punto di partenza e ad un determinato orizzonte temporale, e dovranno essere coerenti rispetto alle risorse a disposizione.
Per definire il budget si possono utilizzare tre metodi distinti:
– Metodo della percentuale di spesa pubblicitaria  assegnare una quota del budget pubblicitario complessivo alle attività sui social media
– Metodo della parità della concorrenza  adottare come punto di riferimento le spese dei concorrenti
– Metodo degli obiettivi  analizzare gli obiettivi definiti e, di conseguenza, stimare i costi necessari per raggiungerli.

3. Analisi e scelta di uno o più segmenti di digital consumer.
Si rifà all’analisi dei segmenti in termini demografici, psicografici, comportamentali e di abitudini social dei consumatori. Prevede l’analisi approfondita dei profili Social del pubblico target: attività e stili digital del consumatore, canali utilizzati, comunità in cui è attivo, comportamento all’interno delle community, tempi e modi di interazione online.

4. Scelta degli ambiti e dei canali digitali e del loro mix ottimale in relazione agli obiettivi fissati e alle risorse disponibili.
Questa fase viene divisa in 4 strategie da dover adottare: strategia per l’area community (come dialogare con la comunità, con quali strumenti e posizionamento; l’identità e i significati che si vuole conferire al brand), strategia per l’area publishing (definire i siti da utilizzare e la tipologia dei contenuti che si vuole condividere con i consumatori), strategia per l’area entertainment (quale ruolo si vuole dare al digital entertainment nel piano di social media marketing), e strategie per l’area social commerce (come utilizzare i digital media per favorire le vendite online, come utilizzare recensioni e valutazione dei clienti per creare valore potenziale per i potenziali clienti e come utilizzare i social commerce per aumentare il tasso di conversione (visitatori che acquistano i prodotti rispetto al totale di quelli che visitano il sito).
Il digital media mix descrive la combinazione di mezzi che la strategia utilizzerà per il raggiungimento degli obiettivi aziendali.

5. Creazione di una strategia/messaggio esperienziale che coinvolga i diversi ambiti del digital marketing.
Si sostanzia nella ricerca di una strategia digital in grado di raggiungere gli obiettivi prestabiliti, utilizzando i diversi strumenti digital. Ciò è fattibile attraverso 4 punti:
– Il posizionamento del brand (o strategia dei messaggi) è alla base del brief creativo.
– Brief creativo: costruisce una strategia dei messaggi creativa coerente con gli obiettivi della campagna.
– Ideazione (concepting): è la raccolta di idee che verranno sviluppate da parte del team creativo.
– Comunicazione di un’adeguata immagine social della marca (comportamento sul web, tone of voice, interazioni con i clienti ecc.).

6. Definizione dell’Action Plan
La definizione del piano d’azione risponde a queste 5 domande: Quali azioni sono necessarie per realizzare il piano? Chi ha la responsabilità delle diverse azioni necessarie per la realizzazione del piano? Qual è l’orizzonte temporale del piano? Di quale budget abbiamo bisogno per raggiungere gli obiettivi? Come possiamo assicurarci che il piano di digital media marketing sia coerente con il piano di marketing dell’impresa?

7. Gestione e valutazione finale

 

Se hai bisogno di chiarimenti o vuoi una consulenza gratuita contattaci! Un nostro esperto sarà in grado di indicarti la strategia più giusta per te!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

Puoi anche usare HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>