Quando si realizza un sito web si deve pensare prima di tutto a chi lo andrà ad usare, quindi è di primaria importanza renderlo esteticamente piacevole e facile da navigare. Gli utenti puntano a trovare quello che cercano nel minor tempo possibile. In questo senso un sito che rispetti i 6 step, che adesso analizzeremo, risulterà veramente utile per chi lo visita e, inoltre, avrà una migliore indicizzazione sui motori di ricerca.
Ma vediamo insieme quali sono questi step:

 

1. La struttura del sito:

Il primo passo consiste nel tenere un sito ben ordinato e organizzato. Le informazioni contenute nel sito sono quello che l’utente sta cercando, quindi bisogna organizzare le pagine con un senso logico e gerarchico, in modo da far raggiungere intuitivamente quello che si sta cercando.
Ovviamente ogni sito potrebbe contenere diverse informazioni e, di conseguenza, diverse pagine. Ce ne sono alcune però che dovrebbero sempre essere presenti:

• Chi siamo: Racconta la tua storia, condividi esperienze, momenti passati che hanno segnato la tua attività. Lo storytelling al giorno d’oggi funziona come strategia di comunicazione persuasiva che fa sì che l’utente che legge si appassioni della tua storia.

• Cosa facciamo: Cosa offri? Qualunque sia il tuo settore e qualunque siano le tue competenze, presentare te stesso o i tuoi prodotti/servizi in modo chiaro consentirà al potenziale cliente di capire subito di cosa ti occupi e perché deve seguirti. Per questo è importante che il tuo menù di navigazione non contenga solo la voce “Servizi” ma che abbia una tendina dove quest’ultimi vengano elencati singolarmente.

• I clienti e i partner: Mostra con orgoglio le società con cui hai lavorato, che siano clienti o partner, soprattutto se di grosso spessore. Più clienti citerai più risulterai affidabile agli utenti.

• I contatti: È fondamentale inserire un form di contatti rapido e semplice nel tuo sito per farti contattare dai tuoi utenti. Inoltre nella sezione riservata ai contatti inserisci una mappa, oltre, ovviamente, al numero di telefono, alla mail e all’indirizzo.

 

2. Mobile Friendly:

La maggior parte degli utenti nel mondo naviga da mobile, quindi è fondamentale avere un sito web che sia completamente responsive e che si adatti ad ogni tipo di dispositivo. Oltre che a migliorare la UX (User Experience), il sito mobile friendly, è un fattore fondamentale per quanto riguarda il posizionamento sui motori di ricerca. Tutto ciò si traduce in maggiore visibilità per il tuo brand.

 

3. Velocità del sito:

Più tempo aspetta più è probabile che il visitatore lasci la pagina. Per questo motivo è molto importante avere un sito web che risponda in maniera rapidaalle richieste dell’utente. La velocità di un sito può dipendere da diversi fattori:

• Immagini e video: Gran parte della velocità di un sito è determinata dalla grandezza di immagini e video perciò, è buona norma, comprimere video e immagini ove è possibile. Si perderà un po’ di qualità ma la velocità sarà maggiore e l’utente più soddisfatto. Inoltre, in chiave SEO, è molto importante inserire il tag “Alt” nelle immagini.

• Cache: Cerca di sfruttare a tuo favore il caching del browser. Fai quindi in modo che ogni volta che lo stesso utente viene a visitare il tuo sito le risorse non vengano caricate dal server ma direttamente dall’hard disk del visitatore.

• Hosting: Scegliete con attenzione il provider del servizio di hosting perché potrebbe influire sulla velocità del sito. Infatti se i server del provider e l’utente che visitano il tuo sito sono nella stessa nazione la risposta del server sarà più rapida ed il sito si caricherà in meno tempo.

• Codice: Altro punto fondamentale è la compressione del codice. Se non si vuole perdere tempo con noiose compressioni del codice, online troverete strumenti che lo faranno al posto vostro.

Un validissimo aiutante per incrementare e monitorare la velocità del vostro sito è il PageSpeed Insights di Google che, oltre a riferirvi la velocità del vostro sito sia nella versione desktop che mobile, metterà a disposizione contenuti (immagini, codice, ecc.) già compressi e scaricabili.

 

4. Elementi interni al sito:

Molti strumenti interni al sito fanno la differenza per gli utenti. Se infatti il tuo website è pieno zeppo di contenuti un visitatore come reperirà quello che cerca nel minor tempo possibile? Grazie alla Search bar che faciliterà (e non poco) la ricerca di contenuti.
Altrettanto essenziale è il logo che rimanda alla home page, il quale offre ad un utente che si trova su una qualsiasi pagina del sito di tornare in prima pagina con un click.
Molti altri strumenti possono rendere più piacevole la UX come ad esempio la scelta dei colori e l’uso appropriato di immagini.

 

5. Grafica del sito:

Una grafica accattivante, indubbiamente, cattura l’attenzione dell’utente e lo invoglia a rimanere più tempo su un sito nonché a compiere azioni su esso (acquisti, invio di mail, commenti, ecc.). Puntare su elementi grafici di impatto come slideshow e animazioni può fare sicuramente la differenza.
Dati statistici riferiscono che un visitatore decide di rimanere in un sito nel giro di 3 secondi, perciò un design d’impatto aumenterà la possibilità di coinvolgere l’utente.

 

6. Contenuti:

Ultimo ma non ultimo i contenuti testuali. Possedere un sito che parla in modo pomposo della grandezza di un’azienda annoia e fa scappare un visitatore.
La cosa migliore è fornire contenuti interessanti per chi visita il tuo sito ed è preferibile utilizzare un linguaggio “quotidiano” invece di uno troppo tecnico.
Per fornire contenuti di qualità fatti prima delle domande: Come mi voglio presentare? Cosa voglio dire agli utenti? Una volta risposto a queste domande fai attenzione a non inserire troppo testo all’interno di una pagina e, dove possibile, prova ad inserire qualche immagine. Questo renderà più piacevole la lettura del visitatore. Per approfondire di più questo punto leggi l’articolo sui contenuti ideali di un sito web.

Incrementare la user experience del tuo sito può rivelarsi una mossa molto intelligente in quanto è un modo efficace di trasformare gli utenti in potenziali clienti, semplicemente seguendo delle piccole accortezze. Perché non provarci?

 

Hai ancora dei dubbi riguardo la user experience o vuoi affidarti a degli esperti per gestirla? Contattaci! Richiedi subito la tua consulenza gratuita.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

Puoi anche usare HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>